Contatti

CONSORZIO PER LA TUTELA DELL'ASPARAGO BIANCO DI
BASSANO D.O.P.


Tel. 0424 521345
Fax 0424 502207

info@asparagodop.it


DOVE SIAMO





Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 – 2013 Organismo responsabile dell’informazione: Consorzio per la Tutela dell’Asparago Bianco di Bassano D.O.P. Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione Piani e Programmi del Settore Primario



Consorzio finalità

  • ottenere il riconoscimento del MIPAF come Consorzio di Tutela dell'Asparago Bianco di Bassano del Grappa DOP;

  • tutelare e vigilare sulla produzione e la commercializzazione dell'asparago Bianco di Bassano del Grappa DOP e sull'uso della sua denominazione;

  • promuovere ogni utile iniziativa intesa a salvaguardarne la tipicità e le caratteristiche peculiari del prodotto a denominazione da ogni abuso, concorrenza sleale, contraffazione, uso improprio della denominazione;

  • promuovere la conoscenza della DOP in tutti i mercati; - valorizzare il prodotto; -informare i consumatori con tutti i mezzi ed iniziative;

  • curare gli interessi generali della DOP Asparago Bianco di Bassano del Grappa;

  • può proporre modifiche al disciplinare della DOP Asparago Bianco di Bassano del Grappa DOP;

  • può definire programmi anche di ricerca finalizzati al miglioramento qualitativo e strutturale e predisporre piani, progetti, proposte e studi finalizzati al miglioramento tecnico e igienico sanitario delle aziende che utilizzano la denominazione;

  • può promuovere accordi del sistema agro-alimentare;

  • collabora con il MIPAF e la Regione alla vigilanza, tutela e salvaguardia della DOP a mezzo di agenti vigilatori;

  • collabora con l'Unione Europea, lo Stato Italiano, le Regioni, le Province Autonome, gli Enti pubblici e privati e con l'organismo di controllo della DOP mettendo a disposizione la propria organizzazione;

  • attua iniziative promozionali per incrementare la notorietà ed il consumo del prodotto a denominazione;

  • partecipa ad Associazioni, società ed Enti aventi scopi analoghi;

  • detiene il marchio collettivo identificativo della DOP e lo concede in uso a quanti aventi diritto;

  • provvede all'apposizione del logo costitutivo della DOP sul prodotto, ottenuto dai soggetti, soci e non soci, riconosciuti dall'Organo di Controllo, aventi i requisiti previsti.